La depressione nell’infanzia e nell’adolescenza

La depressione è una condizione psicopatologica che colpisce sia gli adulti, che i bambini e gli adolescenti. Diversi studi evidenziano  come, solitamente tra i 9-17 anni, un’elevata percentuale (oltre il 7%)  soffre di depressione e sembrerebbe che l’esordio, rispetto al passato, sia più precoce.

La depressione in epoca adolescenziale si presenta con aspetti diversi da quelli degli adulti, ciò è dovuto sicuramente al diverso sviluppo neuro-cognitivo e al diverso stile di vita.  L’adolescenza è, frequentemente, un periodo “problematico”, fatto di numerosi cambiamenti – sia fisici che psicologici- che possono essere difficili da gestire sia per i ragazzi che per i familiari.

Gli adolescenti, infatti, di sovente, hanno sbalzi d’umore. Oscillano tra sentimenti di bassa intensità come la colpa, la  delusione, la vergogna,  e sentimenti di forte intensità come l’euforia  e la collera.

Questi comportamenti sono, dunque, molto comuni a quest’età ma, in alcune circostanze, possono camuffare  uno stato depressivo. Un adolescente con depressione è spesso fortemente irritabile, piuttosto che triste.

Ha la tendenza a reagire con comportamenti violenti, a volte esplosivi,  tanto da apparire incomprensibili ed improvvisi. C’è una forte suscettibilità alle critiche: l’adolescente ha la sensazione di non valere niente e ogni sbaglio rappresenta per lui un fallimento irrecuperabile, a conferma della sensazione di inferiorità rispetto ai coetanei.

La maggior parte degli adolescenti con depressione presenta la tendenza ad isolarsi dai coetanei. In queste situazioni l’isolamento può essere visto come un meccanismo di difesa  nei confronti dei giudizi altrui percepiti come minacciosi. In questi casi può esserci fobia scolare, tanto da portare l’adolescente a rinunciare ad andare a scuola.

I principali sintomi da tenere sotto controllo sono:

  1. Disturbi del sonno

Non riuscire a dormire bene oppure passare troppo tempo a letto. I cambiamenti del ciclo sonno veglia rappresentano un possibile sintomo della depressione.

  1. Disturbi alimentari.

Tutti le modifiche improvvise ed estreme delle abitudini alimentari possono portare gravi conseguenze e spesso si associano alla depressione. Notare un aumento o diminuzione improvvisa dell’appetito può essere sintomo di disagio psicologico.

  1. Anedonia (Perdita di interesse nelle cose che prima si amava fare).

L’adolescente in questo caso perde improvvisamente l’entusiasmo nel fare un’attività che prima amava. Il cambiamento di interessi ed attitudini nell’adolescenza risulta un fenomeno normale, ma è il carattere tempestivo di questi cambiamenti che deve essere tenuto d’occhio dal genitore.

  1. Irritabilità o tristezza immotivata

Una crisi momentanea non deve preoccupare il genitore, anzi, essa è ientra nella labilità emotiva tipica di questa età. Tuttavia, bisogna monitorare se le emozioni negative divengono abitudinarie, ovvero se l’adolescente risulta quasi sempre triste o irritabile.

  1. Critiche negative rivolte a se stessi

Frequentemente gli adolescenti hanno una bassa autostima. Ciò non deve preoccupare, è tipico di questa età. Tuttavia può divenire un problema quando divengono eccessivamente autodistruttivi, auto critici e ciò assume un carattere cronico. Questo deve essere monitorato accuratamente perché può portare conseguenze molto importanti sia a livello psichico che fisico.

  1. Isolamento

Questo  sintomo è tipico della depressione adolescenziale. Solitamente, l’adolescente depresso evita le nuove amicizie, si allontana dai vecchi amici e preferisce la solitudine.

  1. Difficoltà attentive

I disturbi del sonno e lo stress spesso sono associati alla depressione, possono causare deficit d’attenzione con difficoltà a concentrarsi. Di conseguenza, ciò può condurre a difficoltà scolastiche.

  1. Atteggiamenti violenti

Gli atteggiamenti violenti e dunque il farsi coinvolgere in atti di bullismo o episodi di violenza, possono nascondere uno stato depressivo. Questo comprende anche comportamenti sessuali a rischio o l’abuso di sostanze.

  1. Pensieri suicidari

Questo è sicuramente un sintomo molto grave. La maggior parte dei pensieri si concentrano sul desiderio di morire oppure sul non trovare un motivo valido per continuare a vivere. In circostanze di depressione grave, il comportamento può modificarsi drasticamente e sfociare anche in veri e propri tentativi di suicidio o di autolesionismo, come procurarsi tagli o altre lesioni.

  1. Fuga da casa

Solitamente la fuga da casa rappresenta per l’adolescenza una scappatoia da un contesto familiare difficile, caratterizzato dal non sentirsi accettato o da contrasti familiari.  Bisognare prestare attenzione a queste azioni, rappresentano un campanello d’allarme.

In caso di un adolescente con sospetta depressione  risulta fondamentale agire tempestivamente. È estremamente importante che i genitori si rivolgano ad un professionista competente ed esperto, per iniziare un percorso terapeutico sia individuale ma alle volte anche familiare. Oltre all’intervento di un professionista, risulta indispensabile anche il supporto da parte della famiglia, impegnandosi in percorsi di psicoeducazione.