Disturbo Paranoide di Personalità

Per Disturbo Paranoide di Personalità si intende una condizione caratterizzata dal percepire il mondo come eccessivamente minaccioso e ostile. Le persone con questo disturbo hanno la tendenza a interpretare le intenzioni altrui in senso negativo, sospettando che ogni azione abbia un secondo fine, e che abbia lo scopo di ingannarlo o fargli del male.

Gli altri, infatti, vengono visti come persone cattive che manipolano e imbrogliano. Persino i complimenti possono essere visti da queste persone come falsi oppure ingannevoli.

Disturbo Paranoide Personalita

Questa condizione spinge la persona paranoide a non fidarsi degli altri. Solitamente può sentirsi come una vittima, stare sulla difensiva oppure pronta all’attacco, preferisce la solitudine e l’indipendenza. La persona paranoica può apparire permalosa, sospettosa, ostile.  Può risultare fredda, come se non provasse emozioni.

Questo modo di interpretare la realtà, ragionare sulle situazioni e istaurare le relazioni provoca un’immensa sofferenza interiore, mista a risentimento, ostilità, gelosie e problemi relazionali . Il disturbo Paranoide di Personalità colpisce mediamente dallo 0,5% al 2,5% della popolazione e risulta maggiormente diffuso nei maschi.  Nelle strutture psichiatriche  può rappresentare il 10-30% dei casi.

Anche se non è ancora stata chiarita la causa del Disturbo Paranoide di Personalità, è stata individuata una certa familiarità del disturbo, solitamente riguardante parenti con diagnosi di un Disturbo Psicotico, principalmente Schizofrenia o Disturbo Delirante.

Questo disturbo colpisce tipicamente giovani adulti, e se l’esordio è in adolescenza si può esprimere con una tendenza all’isolamento, difficoltà nel rendimento scolastico e forte sensibilità emotiva.

Inoltre, queste persone tendono ad avere un comportamento anomalo rispetto la cultura di riferimento e  nei confronti delle convenzioni sociali.

I sintomi principali con cui può manifestarsi il disturbo sono:

  • Comportamenti eccentrici, strani, bizzarri;
  • Tendenza a percepire le cose in modo negativo, idee paranoiche (ad es. essere convinti di essere sfruttati o sorvegliati);
  • Essere sospettosi e diffidenti nei confronti degli altri;
  • Ostilità, litigiosità, gelosia, risentimento;
  • tendenza all’indipendenza e all’autonomia.