Disturbo Antisociale di Personalità

Il Disturbo Antisociale di Personalità  (o in passato “Sociopatia”) è caratterizzato da una difficoltà a conformarsi alla regole sociali e alla legge. La persona con disturbo Antisociale di Personalità risulta scarsamente empatica nei confronti degli altri, calpestandone i diritti senza provare rimorso. Può risultare impulsivo e mettere in atto comportamenti o azioni illegali come distruggere proprietà altrui, truffare oppure rubare.

Disturbi Personalita

Trae profitto personale  manipolando o mentendo agli altri, provando indifferenza per le conseguenze delle proprie azioni. Oltre all’impulsività solitamente le persone con Disturbo Antisociale di Personalità risultano anche aggressive, e questo influenza negativamente tutte le relazioni affettive, sociali e lavorative.

La persona con questo disturbo appare arrogante, cinica, irresponsabile, irritabile, indifferente e testarda,frequentemente nei confronti della sua famiglia. Può apparire sicura di sé, anche se ciò probabilmente è legata alla diffidenza (a volte un odio) nei confronti delle altre persone, considerate come frustranti e fastidiose.

Per questo motivo le relazioni interpersonali di queste persone risultano superficiali e spesso fortemente basate sulla competizione. Difficili risultano i rapporti amorosi, spesso numerosi e raramente monogami.

L’esordio può essere in adolescenza anche se per la diagnosi bisogna aspettare i 18 anni. Di solito le persone con Disturbo Antisociale di Personalità presentano verso i 15 anni alcuni sintomi legati al Disturbo della Condotta.

Infatti, in alcuni casi il Disturbo Antisociale di Personalità può essere preceduto da una diagnosi di disturbo della Condotta o Deficit d’Attenzione/Iperattività. Il disturbo Antisociale di Personalità risulta più frequente  nei maschi (3%) che nelle femmine (1%), e in contesto clinico la percentuale dei casi va dal 3 al 30%.

Le cause del disturbo risultano multi fattoriali, sia legati al contesto familiare (ad es.  familiarità), sia legati a quello ambientale (ad es. un contesto urbano degradato), sia psicosociali (ad es. infanzia caratterizzata da traumi o lutti, difficoltà educative).

Il Disturbo Antisociale di Personalità si presenta con:

  • difficoltà di adattamento sociale e assenza di adesione alle regole e convenzioni sociali;
  • Tendenza a violare le leggi (ad es. frode, furto, danneggiamenti della proprietà, molestie, furti di identità);
  • Tendenza a violare i diritti, gesti impulsivi con conseguenze negative per gli altri (senza provare rimorso);
  • Irritabilità, aggressività, acting out, imprevedibilità.